fbpx
GOL Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori

GOL, Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori: ai blocchi di partenza il nuovo programma del Governo

Il 27 dicembre scorso, il Ministero del Lavoro e quello dell’Economia hanno approvato il decreto che dà l’avvio al programma GOL. Ora la palla passa alle Regioni. Ecco cosa prevede il progetto.

Nell’ambito del PNRR (Piano Nazionale Ripresa e Resilienza), è stato introdotto il programma GOL (Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori) per rilanciare l’occupazione e in contrasto alla disoccupazione.

E il 27 dicembre scorso, il Ministero del Lavoro e quello dell’Economia hanno approvato il decreto che dà l’avvio al programma.

Ora le Regioni hanno 2 mesi di tempo per stilare i piani di attuazione, piani che in ulteriori 30 giorni verranno valutati dall’ANPAL (Agenzia Nazionale Politiche Attive per il Lavoro).

Cosa prevede il GOL

Il programma GOL prevede tutta una serie di misure per il reinserimento lavorativo dei disoccupati, lavoratori in Cassa Integrazione, disabili, donne, giovani, over 50 e di chi percepisce il Reddito di Cittadinanza.

Le misure sono previste in un piano pluriennale che dovrebbe terminare nel 2025.

Come spiegato dal Ministero del Lavoro, GOL rientra in un piano più ampio che prevede – tra l’altro – lo sviluppo di nuove competenze, il rafforzamento dei Centri per l’Impiego e una nuova sinergia tra pubblico e privato.

GOL Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori

Le risorse economiche

Per il progetto Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori sono stati stanziati 4,4 miliardi di euro, oltre ai 600 milioni già previsti per il rafforzamento dei Centri per l’Impiego e 880 milioni affinché le Regioni attuino politiche attive e formazione in campo lavorativo.

I principi fondanti

Il Ministero ha previsto una serie di milestone, di principi fondanti, tra cui:

  • raggiungimento di almeno il 10% dei beneficiari entro il 2022
  • raggiungimento di almeno 3 milioni di beneficiari entro il 2025
  • almeno 800.000, dei 3 milioni del punto precedente, dovranno essere coinvolti in attività di formazione, di cui 300.000 per il rafforzamento delle competenze digitali
  • coinvolgimento di almeno 250 Centri per l’Impiego nel 2022
  • coinvolgimento di almeno 500 Centri per l’Impiego entro il 2025

Gli obiettivi

Si punta ad aiutare i lavoratori a cercare e a difendere il lavoro e le imprese a riqualificare la manodopera. È una riforma che contribuirà a migliorare la competitività del Paese, la tenuta sociale, a difendere i lavoratori e la capacità produttiva nazionale.

Pubblico e Privato vanno a braccetto

Tra gli obiettivi del Governo c’è la cooperazione tra i servizi pubblici e agenzie per il lavoro, soggetti accreditati per la formazione e altri soggetti riconosciuti dalle Regioni.

Questa sinergia passa anche attraverso la definizione di 5 percorsi differenziati in base all’esperienza lavorativa e alle caratteristiche del soggetto interessato.

In altre parole, viene così definito un percorso che comincia con la formazione e prosegue con l’accompagnamento al lavoro e l’aggiornamento.

Come fare per inserirsi nel programma GOL?

Per accedere al programma GOL bisogna rivolgersi ai Centri per l’Impiego.

Come già accennato qualche riga fa, il Ministro ha annunciato che saranno previste forme di cooperazione tra sistema pubblico e privato: per entrambi sono previsti rimborsi al raggiungimento dei milestone e dei target (quindi orientata su progetti stabiliti e risultati), così come previsto dall’Unione Europea.

Dopo l’avvenuto finanziamento alle Regioni, saranno proprio questi Enti a farsi carico dell’attuazione del progetto, con il supporto dell’ANPAL (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro).

Talentform per la formazione (anche in modalità innovative)

Il Gruppo Talentform, leader nel settore della formazione professionale da 20 anni, ha sedi accreditate in Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Lazio, Abruzzo e Puglia.

Sin dalla sua nascita, il nostro Gruppo ha lavorato e lavora al fianco dei più importanti attori del mercato del lavoro sul territorio nazionale (Enti Istituzionali, Agenzie per il Lavoro, Parti Sociali).

Da qualche anno abbiamo anche sviluppato una piattaforma di e-learning proprietaria (Kodakai) e straordinariamente efficace per la FAD (Formazione a Distanza asincrona), al servizio sia delle aziende e sia delle APL.

Sviluppiamo ed eroghiamo corsi di formazione fortemente ancorati al fabbisogno del mondo del lavoro e i nostri attaccanti sono già pronti a fare GOL.

Rimaniamo in contatto


    Condividi sui social